Sci alpino
giovedì 13 dicembre 2018
Fosson, nell'ultima giornata podi per Druscié e Ski College

Il pulmino nove posti della Volkswagen va di nuovo in Val Gardena. Il Gardena Raffeisen, dopo il successo dello scorso anno, ha trionfato ancora nella nona edizione del Memorial Fosson e si aggiudica così il premio messo a disposizione dalla casa automobilistica. Sulle piste di Pila (Valle d’Aosta) la formazione gardenese ha vinto con 13774 punti, davanti ai piemontesi del Golden Team Ceccarelli, che hanno inseguito fin dalla prima giornata disputata martedì e che hanno chiuso con 13318 punti. Al terzo posto ancora Gardena, con la seconda squadra che ha totalizzato 11963 punti.

Quattro su quattro. A livello individuale, Lara Colturi, figlia di Daniela Ceccarelli, ha primeggiato anche nell’ultima gara Ragazzi. Nello slalom a manche singola, disputato sulla pista Leissé, la portacolori del Golden Team Ceccarelli ha vinto in 45”43, a precedere Sofia Funaro del 21 in 46”03 e Ilaria Compagnoni del Val Palot in 46”37.

La gara maschile è invece andata al trentino Sebastiano Zorzi (Val di Fiemme), all’arrivo in 43”09. Una vittoria netta per Zorzi che ha inflitto più di un secondo al valdostano Pietro Broglio (Courmayeur) in 44”66, con terzo il veneto Vittorio De Pieri (Drusciè) in 45”00.

Nel gigante Allievi, corso su un’altra pista del Leissé, vittoria di Hanna Wanker del Gardena (59”17), a precedere Aurora Zavatarelli dello Ski College Veneto (59”26) e Melissa Asteggiano dell’Equipe Limone, arrivata in 59”41. In campo maschile successo di Gianmarco Paci dello Sporting Campiglio, in 55”93, a precedere Fabio Allasina dello Ski College Limone (56”41) e Lorenzo Salvati del Drusciè (56”56).

Va così in archivio la nona edizione del memorial Fosson che ancora una volta ha richiamato sulle piste di Pila quasi 600 atleti e circa 150 allenatori. Elevato il livello tecnico, molti atleti già protagonisti ai campionati italiani dello scorso aprile si sono riconfermati al vertice.

Massimo Raffaelli, presidente comitato organizzatore: «Abbiamo trovato condizioni eccezionali, piste preparate in modo ottimale grazie anche al grande supporto di tutta la Pila Spa. Non è facile organizzare un evento di questo genere, quando fino a poche ore prima non hai alcuna certezza sulle piste pronte e disponibili per le gare. Ora inizieremo a lavorare per il decennale, cercando di inserire qualche altra piccola novità, ma il format del Fosson è ormai consolidato. E formula che vince non si cambia».

Qui le classifiche.

© www.sportrentino.it - strumenti per i siti sportivi - pagina creata in 0,75 sec.

Inserire almeno 4 caratteri